Dirigente

250,00 + Iva

L’obiettivo del corso consiste nel formare il dirigente secondo quanto disposto dall’art. 18 D.Lgs 81/08 e dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 , in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro.
Il corso intende trasferire al dirigente la conoscenza del proprio ruolo, comprenderne limiti e sfaccettature, conoscere i principi dello stile di leadership applicabile, riconoscere le implicazioni penali in comportamenti e/o omissioni.

 

Per maggiori informazioni
Corso di interesse

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Descrizione

DURATA CORSO:

16 ore

DESTINATARI:

Dirigenti

PROGRAMMA DEL CORSO:

Presentazione del corso
Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori;
Gli organi di vigilanza e le procedure ispettive;
Soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità e tutela assicurativa;
Delega delle funzioni;
La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa;
La “responsabilità”amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche private di responsabilità giuridica” ex D. Lgs. 231/2001 e s.m.i.
I sistemi di qualificazione delle imprese e la patente a punti in edilizia.
Modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (articolo 30, D. Lgs. 81/08);
Gestione della documentazione tecnico amministrativa;
Obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione;
Organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze;
Modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsto dal comma 3 bis dell’art. 18 del D. Lgs. 81/08;
Ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione protezione;
Criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi;
Il rischio da stress lavoro correlato;
Il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale;
Il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello svolgimento di lavori in appalto;
Le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio;
La considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti;
I dispositivi di protezione individuale;
La sorveglianza sanitaria;
Competenze relazionali e consapevolezza dei ruolo;
Importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale;
Tecniche di comunicazione;
Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti;
Consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.