Rischio Chimico: dal 01 giugno in vigore nuova classificazione

Dal 1 Giugno 2015 il Regolamento (CE) 1272/2008 relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio (CLP) sarà la sola normativa vigente per la classificazione e l’etichettatura delle sostanze chimiche e delle miscele. Terminata così la fase transitoria che ha consentito alle imprese di avvalersi ancora delle disposizioni della precedente legislazione. Dal 1 giugno 2015 le valutazioni dei rischi dovranno essere aggiornate sulla base dei pericoli e degli scenari previsti. A partire dal 1° giugno 2015, le miscele dovranno essere etichettate secondo la nuova normativa, ma, a proposito di pittogrammi, fino al 1° giugno 2017 sarà ancora possibile trovare sul mercato prodotti muniti dei vecchi simboli. Nell’etichetta saranno anche presenti: •le indicazioni di pericolo H; •i consigli di prudenza P; •oltre ai nomi delle sostanze presenti nella miscela che la rendono pericolosa. Come noto, i pittogrammi sono simboli che vengono stampati sulle etichette dei prodotti chimici e che servono a informare in ordine ai tipi di pericolo connessi: a) all’uso; b) alla manipolazione; c) al trasporto; d) alla conservazione dei prodotti. Ecco i nove pericoli corrispondenti ai nove nuovi pittogrammi che indicano se le sostanze/miscele chimiche sono: 1.infiammabili; 2.comburenti; 3.con gas sotto pressione; 4.a tossicità acuta; 5.con percolo esplosivo; 6.con gravi effetti sulla salute; 7.con pericolo per le vie respiratorie, sonnolenza-vertigini, allergia/irritazione cutanea; 8.corrosive; 9.con effetti sull’ambiente (organismi acquatici…). nuova Scheda Dati di Sicurezza (SDS alias MSDS), recependo il cambiamento adeguandosi ai nuovi standard di classificazione delle sostanze e miscele. Il Regolamento CLP sostituisce integralmente la normativa precedente, con obblighi generalmente simili. In alcuni casi introduce tuttavia delle nuove disposizioni. In particolare il metodo di classificazione e di etichettatura delle sostanze chimiche introdotto fa riferimento al sistema mondiale armonizzato delle Nazioni Unite (GHS dell’ONU). Il CLP richiede alle aziende di classificare, etichettare e imballare le loro sostanze chimiche pericolose in modo appropriato prima dell’immissione sul mercato. Tutti i prodotti (sostanze o miscele) deve essere nuovamente valutato e conformemente etichettato ai fini della conformità al CLP. Presso da SafetyGroup