Chiarimenti su PSC, PSS E POS

In un cantiere di opera pubblica, con lavorazioni affidate ad un’unica impresa, è stato redatto il piano di sicurezza sostitutivo. Successivamente, è stato autorizzato un subappalto e le imprese sono diventate 2. L’ente quindi nomina il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione. A questo punto, il coordinatore deve: – verificare la completezza del pss e aggiungere la stima degli oneri della sicurezza; – fare un PSC ex novo? La ditta che aveva preparato il PSS, deve trasmettere anche il POS? Deve redigere il PSC di cui è responsabile. Nel fare ciò può evidentemente tenere conto del PSS già redatto (e quindi assumerlo in tutto o in parte a secondo del giudizio che ne dà). L’impresa deve comunque redigere il proprio POS che dovrebbe avere, ex Allegato XV, contenuti diversi rispetto al PSS. Trato da PuntoSicuro.it